CARATTERE
Home Il progetto
Indice
il Progetto
Obiettivi
Struttura del sito
Funzioni del sito
Tutte le pagine

 

 

I N T R O D U Z I O N E  prog_RI


 

Dal gennaio del 2008 - come Direttore Tecnico di un’azienda di trattamento rifiuti che opera in regime di Autorizzazione Integrata Ambientale - avevo iniziato ad inviare delle comunicazioni informative a mezzo e-mail ai gestori di impianti A.I.A. di trattamento chimico-fisico e biologico in Regione Lombardia; alcuni degli argomenti affrontati:

 

-        scheda di caratterizzazione del rifiuto

-        procedura di riesame dell’A.I.A.

-        "linee guida per l’individuazione delle modifiche sostanziali" – circolare Regione Lombardia

-        elenco preliminare degli impianti lombardi di trattamento D8-D9 di rifiuti allo stato liquido

-        schema tipo di condizioni generali del servizio

-        limiti relativi a parametri cloruri e solfati – disposizioni BURL Regione Lombardia giugno 2008

 

Incoraggiato da alcuni gestori, enti ed associazioni, abbiamo trattato in modo aggregato fra diverse aziende altri argomenti, come l’inserimento dei dati previsti nel monitoraggio (A.I.D.A., in Lombardia), l’applicativo ORSO e la scheda di trasporto.

 

Molti altri argomenti e documenti – derivanti da una diffusa produzione sia normativa che di regolamenti e circolari da parte di enti pubblici a vario livello - avrebbero potuto/dovuto essere trattati e commentati, per gli immediati risvolti sull’attività quotidiana e sulla strategia di più lungo termine, con la possibilità di condividere conoscenze, individuare problemi ed opportunità e quindi soluzioni di interesse comune ….

….ma tutto questo non può avvenire con il sistema di comunicazione “uno-molti” fin qui adottato, e diventa quindi necessario impiegare uno strumento di partecipazione “collabor-attiva” (proprio con 2 t...!).

 

A margine dell’attività epistolare descritta ho effettuato incontri, contatti telefonici, scambi di visite, colloqui su aspetti organizzativi e gestionali che hanno consentito di ottenere una mappa iniziale dei temi di interesse comune, peraltro ancora non associati al loro livello di priorità.

 

RETEimpianti costituisce quindi il possibile punto di partenza di una comunità reale-virtuale di operatori e più in generale di “portatori di interessi” per quanto abbiamo più sopra citato: nel seguito descriviamo gli obiettivi del progetto, la struttura e le funzionalità iniziali del sito, che costituiscono il necessario supporto allo sviluppo dell’iniziativa.

 



 
Valid XHTML and CSS.