CARATTERE
cartella
Home CollaBLOGazione Regione Lombardia: il NUOVO programma di gestione dei rifiuti, industriali e urbani

Regione Lombardia: il NUOVO programma di gestione dei rifiuti, industriali e urbani

Il nuovo programma di gestione dei rifiuti industriali e urbani (PRGR) della Regione Lombardia: il 14 marzo 2012 – con la convocazione della 1^ conferenza di valutazione – è iniziata la fase “attiva” della procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS), con lo scopo di acquisire tutti gli elementi informativi per:
  • costruire un quadro conoscitivo condiviso, sui limiti e condizioni per uno sviluppo sostenibile
  • acquisire i pareri, opinioni, suggerimenti, indicazioni dei soggetti interessati al procedimento.

Una premessa …
La modifica della parte IV del D.lgs. 152/2006 che ha recepito la Direttiva CE 98/2008 ha stabilito che le Regioni approvino o adeguino il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti entro il 12 dicembre 2013 e provvedano, sentite le Province, a valutare la necessità di aggiornare il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti ogni sei anni.
La Regione Lombardia, il cui Piano Regionale è stato approvato nel 2005, ha ritenuto opportuno redigerlo ex novo; con DGR n.1587 del 20 aprile 2011 la Giunta ha infatti deliberato l’avvio di procedimento per l’approvazione, comprensiva della Valutazione Ambientale Strategica (VAS), di un NUOVO Programma Regionale di Gestione dei Rifiuti.
Il documento – Atto di indirizzi in materia di rifiuti e bonifiche - detta gli obiettivi della pianificazione regionale in tema di rifiuti fino al 2020, e contiene importanti e innovative novità.
 
 
Perché ci interessa?
La prima conferenza di valutazione del 14 marzo scorso si è svolta al mattino nell’ambito degli “enti” e nel pomeriggio del “pubblico”, quindi anche con diversi gestori di impianti di trattamento rifiuti in A.I.A. e di imprese del settore: leggi QUI un estratto del verbale, con l'introduzione della dott.a Nadia PADOVAN e il nostro intervento.
La Regione ha illustrato e reso disponibili i seguenti documenti INIZIALI:
  • Documento di scoping del PRGR
  • Proposta di indice del PRGR
  • Atto di indirizzi in materia di rifiuti e bonifiche.
Per offrire una indicazione della materia che si sta affrontando, riportiamo uno stralcio della proposta di indice, relativo alla Sezione 2 – Rifiuti Speciali:
 
12 Analisi dello stato di fatto
12.1 Il sistema produttivo locale
12.1.1 Imprese sul territorio
12.2 Produzione e gestione
12.2.1 Trend storici
12.2.2 Produzione, flussi e gestione
12.3 Impiantistica
12.3.1 Impianti autorizzati in procedura ordinaria e AIA
12.3.2 Impianti autorizzati in procedura semplificata
12.3.3 Impianti/progetti sperimentali
12.4 Valutazione delle possibilità di riduzione dei quantitativi e riduzione della pericolosità
 
13 “Quadro dei fabbisogni”
 
14 Focus su particolari categorie di rifiuti: analisi produzione e linee guida per il recupero e lo smaltimento

E’ UNA “PRIMA VOLTA”: tutti i “SOGGETTI INTERESSATI” (enti pubblici, imprese ed imprenditori, associazioni, cittadini, ecc.) possono contribuire da subito e IN PRIMA PERSONA o tramite la propria associazione di categoria ad un processo decisionale che li riguarda direttamente e li coinvolgerà condizionandone scelte personali, strategia di impresa e piani di investimento fino all’orizzonte temporale del 2020.

Il PRGR, che comprende anche il Piano di Bonifica dei siti contaminati, che gestirà gli interventi di bonifica, le priorità e le risorse, persegue i seguenti obiettivi:
  • garantire la gestione integrata dei rifiuti nel rispetto di ambiente e salute umana
  • garantire l'autosufficienza nello smaltimento dei rifiuti urbani e dei rifiuti derivanti dal loro trattamento
  • ridurre alla "fonte" i rifiuti
  • massimizzare il recupero di materia dalle raccolte differenziate
  • valorizzare energeticamente i rifiuti residuali.
Se ti interessa leggere i documenti citati e i verbali di riunione del 14 marzo scorso, SCARICALI DA QUI.

Di seguito riportiamo gli indirizzi ufficiali a cui trasmettere pareri, osservazioni e consigli, differenti per enti e privati:
 
per gli enti della pubblica amministrazione territorio@pec.regione.lombardia.it

Domande & Risposte
D La mia impresa non è ubicata in Regione Lombardia, quindi non mi riguarda…
R Non è proprio così, ricordati che già in passato la Regione Lombardia ha sviluppato esperienze che sono state riprese e proposte o adottate anche da altri enti, regionali e provinciali!

D Non serve a nulla partecipare, è una perdita di tempo… Altri hanno già deciso!
R Con questa idea in testa avrai sempre e solo la possibilità di lamentarti (dopo); ma ora hai a disposizione, direttamente o con la tua associazione di categoria, questo indirizzo: consultazione_prgr@regione.lombardia.it

D Perché devo fin da ora impegnare il mio tempo? Sono già così occupato a “star dietro” alle cose quotidiane…
R Hai o lavori in un’impresa, pubblica o privata, che svolge un servizio di utilità per tutti: parteciperai al tuo futuro o lasci decidere ad altri?
 

Hai altre domande, vuoi commentare questo articolo? Più sotto c’è uno spazio per te. Vorresti saperne di più? Per aggiornamenti seguici su https://twitter.com/reteimpianti

Tags: , , , ,
This entry was posted in Eventi, formazione e informazione, In prima persona, Normativa and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <font color="" face="" size=""> <span style="">

Valid XHTML and CSS.