Il “decreto sviluppo”, che verrà a giorni pubblicato in Gazzetta Ufficiale, impegna il Ministero dell’ambiente a ridefinire il termine di avvio del Sistri per i produttori di rifiuti con meno di dieci dipendenti, entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge: il termine per l'avvio non potrà essere antecedente al 1 giugno 2012….

 

….. inoltre, ogni volta che emerge qualche esigenza operativa per una miglior gestione del SISTRI, ma in difformità dal "dettato" normativo in vigore, è necessario un decreto correttivo! Siamo SENZA PAROLE e pertanto rinviamo per la lettura dello stato dell'arte all'immagine che segue, che abbiamo tratto da SISTRIforum:

Tags:
Scritto in SISTRI I love YOU! | Tagged | Scrivi un commento

L’ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI: SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE DI GESTIONE DEI RIFIUTI

 

Assemblea Generale Albo Gestori Ambientali

Torino, giovedì 9 e venerdì 10 giugno 2011

Centro congressi di Torino Incontra

Via Nino Costa 8 – Torino

 


L’evento quest’anno si colloca a ridosso delle importanti novità normative introdotte a partire dal 2010, di seguito ne citiamo in particolare due:

Il D.Lgs 3 dicembre 2010. n. 205, di attuazione della direttiva comunitaria sui rifiuti è intervenuto con:

  • disposizioni che hanno ridisegnato le funzioni e l’architettura dell’Albo,
  • la semplificazione delle procedure d’iscrizione,
  • l’estensione delle competenze a tutte le modalità di trasporto dei rifiuti e al trasporto transfrontaliero,
  • l’attivazione della categoria 8 – intermediari non detentori.

Le disposizioni che hanno istituito il SISTRI, che mantengono e sviluppano il ruolo centrale dell’Albo dei Gestori Ambientali, con la necessità che assicuri un elevato standard di gestione e di efficacia ed efficienza di risposta alle esigenze di tutti gli utilizzatori.

 

L'evento è promosso dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare: norme, esperienze, problematiche e proposte saranno oggetto di approfondimento della sessione interna (di giovedì 9 giugno) e della SESSIONE PUBBLICA della mattina del venerdì 10 giugno 2011, con la presenza delle istituzioni e delle categorie economiche.

 

IL PROGRAMMA – SESSIONE PUBBLICA:

ore 9.00 Registrazione dei partecipanti

Modera Dario DE ANDREA

Coordinatore editoriale Sistema Ambiente&Sicurezza – Il Sole 24 Ore

 

ore 9.30 Saluto di benvenuto Daniele VACCARINO

Vicepresidente della Camera di commercio di Torino

 

Relazione introduttiva Eugenio ONORI

Presidente Albo Nazionale Gestori Ambientali

 

INTERVENTI:

Bartolomeo GIACHINO

Sottosegretario al Ministero dei Trasporti

Bruno AMOROSO

Presidente Albo Nazionale Autotrasportatori conto terzi

Presidente III Sezione TAR del Lazio

Luigi PELAGGI

Capo della Segreteria tecnica del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Tiziana POMPEI

Vicesegretario generale Unioncamere

 

ore 11.00 Coffe break

INTERVENTI

Rappresentanti Associazioni Imprenditoriali

 

ore 13.00 Aperitivo

Il programma completo ed i dettagli organizzativi e condizioni per l’iscrizione sono riportati nel sito dell’Albo Gestori Ambientali.

Tags: , , ,
Scritto in Eventi, formazione e informazione, SISTRI I love YOU! | Tagged , , , | Scrivi un commento
E’ PUBBLICATO! DECRETO del MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE del 26 maggio 2011 – Proroga del termine di cui all'articolo 12, comma 2, del decreto 17 dicembre 2009, recante l'istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti. (GU n. 124 del 30-5-2011)
  • E’ composto da un solo articolo: Art.1 – Proroga di termini.
  • Entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Tags:
Scritto in SISTRI I love YOU! | Tagged | Scrivi un commento
Riportiamo di seguito in modo INTEGRALE il comunicato pubblicato nel sito del Ministero dell'Ambiente:

Rifiuti, intesa raggiunta per l’avvio del Sistri. Si comincia il 1°settembre con le grandi imprese

Prestigiacomo: Soluzione condivisa che coniuga trasparenza, semplificazione amministrativa e tutela della legalità
 
Presentazione Sistri Home_bg_LDUna intesa per rimodulare l’entrata in funzione del Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi è stato raggiunto ieri a tarda sera fra il Ministero dell’Ambiente e le principali organizzazioni imprenditoriali Confindustria e Rete Imprese.
L’accordo recepisce le esigenze evidenziate nelle ultime settimane dagli operatori del settore ribadendo il valore del Sistri quale importante strumento di legalità e trasparenza nel delicato campo dei rifiuti.
“Abbiamo cercato e trovato una soluzione condivisa – afferma il Ministro Stefania Prestigiacomo – nel comune intento di mettere in campo un sistema capace di coniugare trasparenza, semplificazione amministrativa, tutela della legalità. Un sistema che è stato pensato per agevolare il lavoro delle imprese non certo per complicarlo. Credo che la rimodulazione in chiave di progressività dell’entrata in vigore del Sistri sarà utile a collaudare al meglio il sistema e aiuterà le aziende a prendere confidenza con le nuove procedure elettroniche”.
 
 
Secondo l’intesa raggiunta Il Sistri entrerà in vigore:

- il 1° settembre 2011 per produttori di rifiuti che abbiano più di 500 dipendenti, per gli impianti di smaltimento, incenerimento, etc. (circa 5.000) e per i trasportatori che sono autorizzati per trasporti annui superiori alle 3.000 tonnellate (circa 10.000);

- il 1° ottobre 2011 produttori di rifiuti che abbiano da 250 a 500 dipendenti e “Comuni, Enti ed Imprese che gestiscono i rifiuti urbani della Regione Campania”;

- il 1° novembre 2011 per produttori di rifiuti che abbiano da 50 a 249 dipendenti;

- il 1° dicembre 2011 per produttori di rifiuti che abbiano da 10 a 49 dipendenti e i trasportatori che sono autorizzati per trasporti annui fino a 3.000 tonnellate (circa 10.000);

- il 1° gennaio 2012 per produttori di rifiuti pericolosi che abbiano fino a 10 dipendenti.
 
Sono inoltre previste procedure di salvaguardia in caso di rallentamenti del sistema ed una attenuazione delle sanzioni nella prima fase dell’operatività del sistema.
 
Tags: ,
Scritto in SISTRI I love YOU! | Tagged , | 1 Commento
Testo unico SISTRI, è in vigore dall’11 maggio scorso.. nella stessa giornata con il click day abbiamo avuto la conferma che il sistema NON è ancora pronto né utilizzabile a scala industriale, vedremo come andrà nei prossimi 10 giorni…
 
MA noi siamo pronti? E i nostri clienti, dispongono almeno dei seguenti mezzi?:
  • un accesso ADSL,
  • una chiave USB/sistri, di cui si è provveduto ad effettuare l’aggiornamento
  • un pc con ALMENO 2 prese USB facilmente accessibili,
  • un gruppo di continuità (per alimentare pc e ADSL),
  • una stampante
  • ________ (continua a scrivere…)
  • ________
Conosciamo la procedura di emergenza prevista dai manuali in caso di indisponibilità del SISTRI?

 
Sito ufficiale SISTRI: ogni giorno una novità:

Dal 18 maggio disponibile nel sito ufficiale “Gestione azienda”,
un NUOVO manuale! A che cosa serve? Scopriamolo leggendone l’introduzione: “Il presente documento si propone quale strumento di supporto all’utilizzo dell’applicazione GESTIONE AZIENDA.” (è tutto…)

Semplificazione per le aziende di trasporto – aggiornamento del 19 maggio, continua a leggere…

Il 20 maggio – i nuovi orari del Contact Center:
In vista della piena operatività del SISTRI prevista per il prossimo 1 giugno il servizio di Contact Center rimarrà a disposizione degli utenti
  • dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30
  • il sabato dalle 8.30 alle 12.30

23 maggio, ore 17:32 rispetto a questa mattina sul sito SISTRI modificati ancora i termini di servizio del contact center e aggiunte ulteriori integrazioni alle guide: consigliamo a questo punto di effettuare più visite al giorno, per tenere il passo (??!!) con gli aggiornamenti a getto continuo…
 
 
Concludiamo la rassegna con lo “stato dell’arte”, al 22 maggio 2011: un estratto dell’interessante articolo “Sistri, stop in vista alle sanzioni”? (il punto interrogativo è nostro, n.d.r.), di Alessandro Galimberti del Sole24ore:
 
"L'ipotesi di una nuova proroga – la terza – però non incontrerebbe il favore del ministero, che invece starebbe lavorando a una diversa ipotesi di mediazione. L'idea dello staff di Stefania Prestigiacomo sarebbe quella di varare il Sistri dal 1°giugno senza altre moratorie, con tutti i problemi ormai noti anche alla centrale operativa dell'Ambiente, ma intervenendo invece sull'apparato sanzionatorio. In particolare i tecnici starebbero studiando la possibilità di introdurre una serie di esimenti per neutralizzare multe e sequestri, ovviamente in tutti i casi in cui la mancata adozione delle procedure Sistri non dipenda da negligenza o da violazioni commesse dagli stessi soggetti obbligati.
Se questo è lo scenario disegnato dall'Ambiente, resta un problema tecnico di non poco rilievo, vista la assoluta ristrettezza dei tempi in vista del 1° giugno. L'ipotesi privilegiata sarebbe quella che prevede l'adozione immediata di un decreto ministeriale, cui affidare appunto l'individuazione delle fattispecie di esenzione. Questa opzione permetterebbe al ministero di non intervenire ancora una volta sul termine che cadrà mercoledì della prossima settimana, mantenendo fermo il debutto di Sistri (dimezzato negli effetti) per il 1° giugno.
Se invece il legislativo non considererà percorribile la strada del decreto "interno", si dovrà valutare la possibilità di affidare a un decreto legge la sospensione mirata delle sanzioni. In questo caso, però, i tempi sarebbero inevitabilmente destinati a slittare in avanti, costringendo l'Esecutivo a intervenire con un'altra proroga di 30 o 60 giorni e spostando il varo di Sistri in piena estate."
Tags: ,
Scritto in SISTRI I love YOU! | Tagged , | Scrivi un commento
Segnaliamo “last minute” l’opportunità di partecipare a MILANO la mattina di lunedì 23 maggio 2011 ad un convegno su alcuni temi di attualità:
  • Il regime della responsabilità amministrativa introdotto dal D.Lgs. n. 231/01, che negli anni scorsi aveva ricompreso i reati connessi con il dlgs 81/08 sulla sicurezza del lavoro, sarà a breve esteso anche ai reati ambientali.
  • Il nuovo D.Lgs. n. 28/11, che dispone la nuova disciplina delle fonti rinnovabili di energia, approvato nello scorso mese di marzo.
  • Lo “stato dell’arte” del percorso attuativo del nuovo sistema SISTRI per la tracciabilità dei rifiuti.
 
Di tutti questi argomenti si parlerà al prossimo OSSERVATORIO CODICE AMBIENTE su
 
Responsabilità delle imprese, energie rinnovabili e gestione dei rifiuti:
aggiornamento normativo

presso UNIONCAMERE LOMBARDIA, Sala Melegari, Via Oldofredi 23, Milano; riportiamo di seguito l’elenco interventi previsto, leggi sul sito Network Sviluppo Sostenibile il programma ufficiale:
  • L'estensione della responsabilità amministrativa delle imprese ai reati ambientali – Mara Chilosi, Avvocato in Milano
  • La nuova disciplina delle fonti rinnovabili di energia in base al D.Lgs. n. 28/2011. Prima lettura del quarto Conto Energia – Ada Lucia De Cesaris, Avvocato in Milano
  • Gestione dei rifiuti: stato di attuazione del sistema SISTRI – Paolo Pipere, Responsabile Servizio Adempimenti Ambientali Camera di Commercio di Milano
Parteciperà alla discussione Maurizio Frascarolo, Autorizzazioni e Innovazione in materia di Rifiuti, Direzione Generale Territorio e Urbanistica Regione Lombardia
 
Ingresso gratuito – Conferma la tua partecipazione a info @ network sviluppo sostenibile.it (digitalo senza spazi), in fase di adesione indica il riferimento "RETEimpianti" e inviacelo in copia per conoscenza, se saremo presenti potremo incontrarci di persona.
Tags: , , ,
Scritto in Autorizzazione Integrata Ambientale, Eventi, formazione e informazione, SISTRI I love YOU! | Tagged , , , | Scrivi un commento
IL FATTO

E’ stata pubblicata la sentenza TAR Lombardia sul ricorso presentato nel 2009 da un gruppo di società operanti nel settore dello smaltimento dei fanghi in agricoltura, che chiedevano fra l’altro “l'annullamento della D.G.R. n. 8/9953 del 29 luglio 2009, pubblicata sul B.U.R.L: – Serie Ordinaria, n. 32 del 10 agosto 2009, avente ad oggetto le “Disposizioni per la sospensione dell’attività di spandimento in agricoltura dei fanghi prodotti dalla depurazione delle acque reflue”.
 
La controversia riguardava le limitazioni allo spandimento in agricoltura dei fanghi biologici prodotti dagli impianti di depurazione delle acque reflue, che le ricorrenti riconducevano ad un vero e proprio divieto.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Quarta) definitivamente pronunciando sul ricorso, lo ha accolto e a disposto l’annullamento del provvedimento impugnato.
 
 
IL COMMENTO
 
E’ stato eliminato il divieto imposto da Regione Lombardia al riutilizzo dei fanghi biologici in agricoltura, che avrebbe avuto effetto con decorrenza dal 2013. Il TAR nella sentenza evidenzia fra l’altro che “Deve, infine, darsi atto della rilevanza, nella fattispecie in questione, dell’omissione di qualsiasi forma di concertazione con gli operatori economici interessati”.

Ci sembra che la sentenza possa costituire un utile suggerimento per le parti interessate: la strada migliore non è andare nelle aule dei tribunali ma discutere le motivazioni e le ragioni delle parti coinvolte nelle sedi ritenute più opportune - istituzionali e non – fino a trovare una SOLUZIONE CONDIVISA.

Nel caso specifico il “fare rete” (ben 7 le aziende che si erano rivolte al TAR) ha consentito di ottenere un primo risultato di interesse generale, che auspichiamo rappresenti un passo per giungere a soluzioni stabili ed orientate in modo univoco, per affrontare un tema che non può essere soggetto alle “mode del momento”.
 

 
Elenchiamo con l’occasione alcuni dei diritti (costituzionali?!) interessati:
  • di fare impresa
  • di assicurare un elevato grado di tutela dell’ambiente
  • dei cittadini, di non subire disagi, derivanti da una eventuale “gestione non appropriata” delle varie fasi in cui si realizza questo tipo di attività, sia presso l’impianto che nella collocazione del fango a destino finale
  • (continua a…. scrivere)
 
Che cosa ne pensi? Hai idee diverse, non sei d’accordo? Commenta questa notizia!
Scritto in Caratterizzazione dei rifiuti, In prima persona | Scrivi un commento

Abbiamo letto della notizia da parecchie fonti; di seguito l'incipit della lettera:

 

 

Leggi il testo integrale della lettera inviata al Presidente Berlusconi e p.c. al Ministro Prestigiacomo dai Presidenti di Confindustria, Rete Imprese Italia, Confapi e Alleanza Cooperative nazionali.

Tags:
Scritto in SISTRI I love YOU! | Tagged | Scrivi un commento

Il Gruppo di lavoro “GESTIONE IMPIANTI DI DEPURAZIONE” costituito presso la facoltà di ingegneria dell’Università di Brescia organizza una Giornata di Studio sull’argomento "Gestione dei fanghi di depurazione: interventi e prospettive", per il prossimo giovedì 9 giugno 2011 a Lazise (VR).

Riportiamo di seguito alcuni degli argomenti che verranno trattati nel corso della giornata:

  • Aspetti normativi: quadro normativo nazionale ed internazionale e della Regione  Veneto
  • Tecnologie convenzionali di trattamento: verifiche sulla disidratazione meccanica e il ruolo dell’essiccamento termico
  • Tecniche di minimizzazione: le tecnologie disponibili ed esempi applicativi

  • Recupero in agricoltura: la gestione di piattaforme di condizionamento/compostaggio e il punto di vista degli utilizzatori
  • Recupero nei cementifici
  • Trattamenti finali
  • Smaltimento in discarica
  • La pianificazione

Per un maggior dettaglio leggi programma & condizioni. L’incontro ci sembra di particolare interesse, sia per l’attualità dei temi presentati che per le competenze dei relatori, che coprono tutta la “filiera” della materia, dagli aspetti scientifici e giuridici a quelli applicativi ed innovativi, fino alla gestione quotidiana.

Intendi partecipare? Indica nel modulo di adesione il riferimento "RETEimpianti" e inviacelo in copia per conoscenza, se saremo presenti potremo incontrarci di persona.

Tags: , ,
Scritto in Eventi, formazione e informazione | Tagged , , | Scrivi un commento

Bene, siamo arrivati al “giorno dopo”: credo che una efficace e dettagliata sintesi della situazione dopo il click day sia quella riportata da Dario Bonacina in The New Blog Times.

La giornata di ieri è stata decisamente “stressante” per la task force che avevamo coinvolto in un sondaggio allargato:

  • 5 produttori di rifiuti industriali
  • 2 vettori
  • 25 impianti di trattamento rifiuti industriali allo stato liquido (fino a 400.000   ton/anno, con autorizzazione integrata ambientale)
  • 14 intermediari non detentori (categoria Albo Gestori ambientali, dalla classe più piccola a quella maggiore)

Questi i quesiti, inviati a mezzo SMS:

“Sondaggio click day, rispondi selezionando a) tempi attesa: ALTI-BASSI b) Accesso al sistema: SI-NO c) Almeno 1 scheda chiusa SI-NO c) altro…”

Ecco i risultati, ne citiamo alcuni, fra le risposte arrivate via SMS:

·         Impianto: Report: ore 06.30 _ a) BASSI b) SI b) 1 NO c) PRODUTTORE

·         Impianto: Report: ore 09.00 _ SISTEMA BLOCCATO

·         Impianto: ore 10.33 – B no. Ciao

·         Impianto: ore 11:19 Accesso al sistema impossibile

·        Intermediario: ore 11.38 B  no

·         Impianto: Report: ore 12.30 _ a) ALTI b) SI b) 1 NO c) SMALTITORE

·         Intermediario: ore 13,47 A) altissimi. B) si. C) si. Chiavetta trasporto out

 

ATTENZIONE: Non stanno parlando soggetti che hanno sottovalutato il problema, che non si sono preparati per tempo, ritardatari o disfattisti …

Il campione individuato – ed in particolare coloro che ci hanno risposto con email, SMS, telefonate da 3 regioni: Piemonte, Lombardia e Veneto, è costituito da imprese e  professionisti, con attività singole o di gruppo operanti anche con l’estero, che costituiscono un sistema industriale – a servizio dei produttori di rifiuti industriali - di importanza strategica, sia per l’attività delle aziende produttrici di rifiuti che per assicurare un elevato grado di tutela dell’ambiente.

Di seguito le conclusioni del sondaggio:

  • Prenotazione non possibile, per difficoltà di accesso nella giornata del 10 maggio
  • Sistema lento o non raggiungibile (caso prevalente)
  • Prolungate perdite di tempo, fino a RINUNCIA ad effettuare la transazione con SISTRI

Riportiamo inoltre - come sintesi della giornata – le conclusioni tratte da un report che un’azienda ha inoltrato a infosistri e al sistema Confindustria:

 “L’azienda NON ha potuto garantire nemmeno l’operatività minima, solo grazie al preavviso e collaborazione di tutti gli attori NON sono scattate penali e costi aggiuntivi previsti fra le parti nelle offerte e contratti di smaltimento

Tenuto conto che si è trattata di una prova, A QUESTE CONDIZIONI è pacifico e certo che i prossimi 31 maggio (prenotazioni) e 1 giugno (movimenti) NON SARA’ POSSIBILE EFFETTUARE ALCUNA ATTIVITA’ OPERATIVA!”

Ma qual è stata la causa del mancato accesso e blocco del sistema?? Poco fa da un’azienda mi è arrivato un commento illuminante:  “ci sono riuscita solo dopo mezzogiorno, ora sono in sistri, uè, si viaggia che è una scheggia, adesso!!” e ora, di nuovo, “da un quarto d’ora si viaggia tranquillamente!). Insomma, ci sono gli “ORARI SI” e gli “ORARI NO”!

Serve un piano “ACCESSI INTELLIGENTI”, analogo a quello delle “partenze intelligenti” estive??

 

Abbiamo infine chiesto una valutazione ad uno dei nostri commentatori di ieri, che ha una piccola azienda che si occupa di reti dati, con un ruolo di system integrator, ecco cosa ci ha risposto:

 “Il progetto (SISTRI, n.d.r.) è interessante, molto complesso. Io l'ho vissuto con gli occhi di un “rottamatore” che con il suo camion avrà dei tempi morti incredibili, prima di partire dalla sua sede e prima di caricare. Sicuramente il sistema non è perfetto, da ampliare, mi ricorda altri progetti su cui ho lavorato, all'inizio erano imperfetti e poi nel tempo si sono risolti i problemi e tutto si è risolto.

Il vero problema (finale, n.d.r.) secondo me è l'utilizzo di semplici chiavette usb, che si posso guastare inserendole e estraendole spesso, perderle e veicolare virus/trojan all'interno delle aziende coinvolte…”

 

Concludiamo con il link al COMUNICATO STAMPA del MATTM (pubblicato l’11.5.11…): vi ritrovate, a confronto con la vostra esperienza di ieri? Aspettiamo commenti concreti…

Tags: ,
Scritto in In prima persona, SISTRI I love YOU! | Tagged , | 4 Commenti